Apericena: siamo diventati tutti completamente scemi?

Apericena: siamo diventati tutti completamente scemi?

apericena

Apericena: ancora una volta mi ci sono scontrato. Questa parola è un po’ maledetta. “Vieni, facciamo un’apericena”. Nella testa il tuo cervello sta già processando un concetto del tipo: beviamo qualcosa poi mangiamo un piatto di tagliatelle. Invece no. Per apericena si intende sempre un aperitivo che sostituisce la cena. Che se ci pensi è la bestialità delle bestialità.

Aperitivo significa “che apre”, è qualcosa che dovresti bere per far iniziare a funzionare lo stomaco. Dove poi metterai tanto buon cibo. L’aperitivo è un drink, qualcosa da bere. Non è abbuffarsi di porcherie ad un bancone dove tutti mettono le mani. Perchè abbiamo perso il significato di questa parola?

Negli anni i bar, pur di attirare clienti e farti venire più sete, hanno iniziato ad offrire: salatini, patatine fritte, olive, polenta fritta, acciughe sotto sale, salame e formaggio piccante. Poi pian piano si sono ancora allargati e hanno iniziato a mettere sul banco: salatissimi panini col prosciutto crudo, focacce straunte, tramezzini ripieni di salse piccanti.

Adesso un sacco di gente salta fuori e ti chiede: facciamo apericena? Che significa: andiamo a mangiare le robe piccantissime e salatissime che un barista ha recuperato per farci venire sete e trasformiamo questo in una cena?

A me sembra veramente una attività da pezzenti. Si potrà mai cenare raccogliendo dal bancone quello che resta di cibi scadenti il cui unico obiettivo era farti venire più sete? Ma poi ci rendiamo conto che a questi aperitivi, anzi, scusa, apericene, viene chiunque, e chiunque mette le mani nel cibo?

Chi va a fare “apericena”? Chi vuole risparmiare e mangiare con 5 o 10 euro. E di chi parliamo? Vai e vedi. A queste “apericene” ci trovi extracomunitari, camionisti, meccanici che hanno ancora la morchia sul collo, disperati di varia razza e natura.

Vuoi fare apericena? Fai pure. Ma poi non venirmi a dire che è una cosa chic.

 

Apericena: siamo diventati tutti completamente scemi?

3 thoughts on “Apericena: siamo diventati tutti completamente scemi?

  • gennaio 7, 2016 at 2:46 pm
    Permalink

    Non comprendo questo accanimento verso le apricene. Non so come vengono fatte da voi ma nella mia città si prende un drink a 6euro e con quelli mangi quanto ti pare servendoti piatti appena cucinati tra i quali pasta, pizza, purè, carne, bruschette ecc. Mai capitato di incombere in dei salatini. Di fatto non è nient’altro che una cena.

    Reply
  • gennaio 8, 2016 at 5:16 pm
    Permalink

    che articolo di merda, classista e razzista. Non c’è nulla di male a voler risparmiare per cena, a non avere soldi, ad essere extracomunitario o a fare il meccanico. Inoltre non so dove vai tu a fare l’aperitivo, ma dove vado io non è così raccapricciante.

    Reply
    • gennaio 8, 2016 at 5:23 pm
      Permalink

      “Vuoi fare apericena? Fai pure. Ma poi non venirmi a dire che è una cosa chic”.

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *